ESERCIZI DI PSICOLOGIA POSITIVA: 5 MINUTI AL GIORNO PER IMPARARE A VOLERSI BENE - Bianconi
16024
single,single-post,postid-16024,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-8.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_responsive
 

ESERCIZI DI PSICOLOGIA POSITIVA: 5 MINUTI AL GIORNO PER IMPARARE A VOLERSI BENE

ESERCIZI DI PSICOLOGIA POSITIVA: 5 MINUTI AL GIORNO PER IMPARARE A VOLERSI BENE

82953-OH6WAW-218

Se fosse possibile migliorare la propria vita investendo solo 5 minuti del nostro tempo al giorno?

Il dott. Martin Seligman, padre della psicologia positiva, ha dimostrato che soffermarsi quotidianamente a scrivere alcuni dettagli della propria vita incrementa il nostro livello di felicità.

Già dopo una settimana di esercizio ci si sente più felici e questa felicità progressivamente aumenta fino a configurarsi, per alcuni, in un sensibile cambiamento di approccio alla vita.

Vediamo in cosa consiste questo esercizio quotidiano in cui investire 5 minuti del nostro tempo:

  1. Ogni sera prendi carta e penna e annota 3 buone cose che ti sono accadute

Può trattarsi di qualsiasi tipo di evento (una promozione, un esame andato come desideravamo, una frase che ci siamo sentiti dire o abbiamo detto, la cena in un ristorante nuovo, un nostro progresso di crescita interiore etc. …), l’importante è che quel dato evento sia significativo, “buono”, per noi.

  1. Spiega perché hai scelto ciascuna delle tre cose buone

Dopo aver annotato le nostre tre cose buone quotidiane scriviamo che cosa le ha rese tali ai nostri occhi, il motivo per cui le abbiamo scelte. Riflettiamo su cosa di buono queste tre cose hanno comportato, cosa ci dicono di noi e cosa dell’altro.

A fronte di un progresso o traguardo raggiunto ciò che lo ha reso un evento degno di nota potrebbe essere ad esempio la conferma di una nostra capacità, cosa che può impattare a sua volta sulla nostra autostima. A fronte invece del gesto di una persona a noi vicina, la cosa che lo ha reso la nostra scelta può ad esempio essere il senso di gratitudine che ci ha aiutati a sviluppare e una ritrovata fiducia e voglia di investire in rapporti sani e gratificanti.

  1. Ogni sera ripeti l’esercizio e rileggi quanto scritto le sere precedenti

Ogni sera fai l’esercizio e rileggi quanto scritto le sere precedenti. Questa analisi introspettiva ti aiuterà a non perdere di vista né sminuire i tuoi successi e ti renderà più consapevole di quali sono le cose che per te rendono la vita felice e gratificante.

Questo esercizio consente di affermare quotidianamente la nostra voglia di gioire, ci allena a non farci fagocitare da pessimismo e negatività quotidiane e aiuta a percepirci come agenti della nostra vita, invece che come pedine impotenti di un destino già scritto.

Quando celebriamo le gioie del quotidiano alleniamo il nostro cervello alla positività, insegniamo alla mente a soffermarsi sulle rose e ad apprezzarle nonostante le spine.

L’esercizio potrebbe non essere facile, specialmente se ci troviamo in un momento di particolare difficoltà.

Non arrendiamoci! Carta e penna alla mano, provare per credere!